24. Mai 2019: Dialoge Meran

Gli appassionati di cinema e gli amanti di teatro avranno un’opportunità unica: quella di incontrare e ascoltare a Merano gli attori e stelle del doppiaggio italiano Pino e Chiara Colizzi, padre e figlia che per la prima volta hanno accettato di farsi intervistare insieme e in pubblico da Federico Guiglia. 

Pino Colizzi, tra i più importanti direttori di doppiaggio e doppiatore lui stesso (ha dato la voce a decine di attori internazionali, fra i quali Michael Douglas, Jack Nicholson, Robert De Niro -ne Il Padrino parte II- Clint Eastwood, Alain Delon), ha lavorato con grandi registi, da Visconti a Zeffirelli, a Sandro Bolchi, interpretando anche in televisione ruoli indimenticabili quali quello del conte Vronskij in Anna Karenina. Uomo di profonda cultura, ha tradotto e pubblicato i Sonetti di Wiliam Shakespeare, mantenendo anche in italiano gli endecasillabi rimati.   

Figlia d’arte, Chiara Colizzi è considerata fra le più belle voci italiane. Fra le numerosi attrici di Hollywood ha doppiato Nicole Kidman, Kate Winslet (a partire dal ruolo della celebre Rose, protagonista del Titanic), e poi Emily Watson, Uma Thurman (nei due Kill Bill di Tarantino) e Penélope Cruz. 

L’intervista di Federico Guiglia con Chiara e Pino Colizzi, che costituirà il terzo incontro del nuovo ciclo mensile promosso dall’Accademia di Merano nel settantesimo della sua prestigiosa attività, si preannuncia ricca di racconti, aneddoti e riflessioni sul mondo dello spettacolo e sull’arte della comunicazione che cambia nell’era globale.